Gelo di Cannella, il “dopocena” siciliano

Il Gelo di Cannella è un’espressione della cucina siciliana che adoro. Mentre per le gelatine classiche la preparazione è istantanea, per il Gelo di Cannella la preparazione prevede almeno che si cominci un paio di giorni prima. Chi adora questa spezia non puo’ farne a meno: al di là delle note proprietà benefiche che ha sull’organismo, in quanto aiuta la digestione, è anche utile alleato dimagrante (per quest’ultima cosa consultate un medico), certo forse questa ricetta lo è poco dato il contenuto di zuccheri, in ogni caso è un dolce gradevole, non solo per le nostre papille gustative ma anche per la nostra casa, non appena lo farete il profumo della cannella rimarrà negli ambienti a farvi compagnia per un paio di giorni.

gelo-alla-cannella

Ingredienti:

  • acqua – 500 ml
  • cannella in stecche – 15 gr
  • zucchero bianco – 160 gr
  • amido di mais– 60 gr

Prepariamo insieme la ricetta:

step1. Come prima operazione dovete lasciare le stecche di cannella in infusione nei 500 ml di acqua per 48 ore.

gelo_cannella

step2.  Passati i due giorni preparate il gelo: fate bollire per 15 minuti le stecche di cannella nella stessa acqua, spegnete e lasciate raffreddare. Filtrate. Adesso aggiungete lo zucchero e l’amido, ammalgamate stando attenti a non formare grumi e rimettete sul fuoco. continuate a mescolare fino a quando il composto non si addenserà. Lasciatelo riposare per una decina di minuti e successivamente versatelo in coppette (o in un unica coppa) che avrete precedente inumidito con dell’acqua. Riponete in frigorifero per almeno 6 ore e servite con una spolverata di pistacchi e qualche goccia di cioccolato fondente.

E’ un dopocena fantastico!

Un consiglio: non buttate via le stecche di cannella, una volta asciutte potete metterle nel barattolo dello zucchero, dopo un paio di giorni, potrete dolcificare il vostro caffè con lo stesso zucchero e sarà un piacere scoprire nella propria tazzina di caffè il piacevole retrogusto della spezia.

 


Condividi l'articolo con chi vuoi ...

ALTRI RACCONTI ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *