La dolcezza degli spiedini panati di Tonno

By  |  0 Comments

foto5Chi volesse intraprendere un viaggio lungo le coste siciliane, rimarrà di certo stupito dalla quantità di torri, torrette e tonnare disseminate sui promontori e nelle insenature più suggestive; tra scogliere eterne e panorami unici che i colori del tramonto trasformano in luoghi da sogno, riportando alla mente i territori mitici di Omero.

Le belliche torrette d’avvistamento, erette con le stesse rocce delle scogliere o con i ciottoli delle spiagge, sembreranno fortini sconfitti dal mare e dal vento, non meno delle gigantesche tonnare oggi in disuso. Chi, però, nel corso del viaggio, saprà cercare nei posti giusti, sarà ricompensato con un tesoro che i luoghi di mare tramandano nel tempo. I piccoli borghi di pescatori offrono una varietà di piatti esuberante: da costa a costa, cambiano ricette, sapori, ingredienti, varietà di pesce, erbe spontanee. Molto rimane dell’antico pescatore e del tonnarota, un patrimonio ricco ed estremamente autentico da assaporare e da scoprire proprio come un sentiero tra le rocce o un tramonto unico.

Ingredienti per 3-4 persone:

500 gr di tonno
500 gr di pane del giorno prima
1 cipolla rossa
1 limone
Una dozzina di foglie di alloro
1 tazza di pangrattato
Olio extravergine d’oliva
Sale e pepe

Procedimento:

Affettare il pane raffermo ricavando delle fettone di 3 cm circa, tagliarle nel senso della lunghezza e poi ancora di traverso per ricavarne una dadolata regolare. Fare lo stesso con il tonno (se avete preso della “tunnina”, cioè la parte più tenera del tonno, utilizzate la carne prossima alla pelle che, essendo più soda, si affetta senza sfilacciarsi).

Tagliare a metà e poi in quarti una cipolla non troppo grande; da ogni quarto sfogliare gli strati della stessa cipolla per ricavarne delle fettine e metterle da parte. Lavare le foglie d’alloro e preparare un piatto molto largo con abbondante olio d’oliva. Preriscaldare il forno a 180° C, sul piano di lavoro versare il pangrattato e disporre gli spiedi infilzando tutti gli ingredienti preparati, mettendo ad ogni estremità la cipolla e l’alloro. Passare gli spiedini di tonno nel piatto con l’olio immergendo bene tutti i lati ed i crostini di pane, poi, strofinarli sul pangrattato facendolo aderire per bene, salare, pepare a piacere e disporre su una teglia bassa rivestita con carta forno. Infornare fin quando non saranno ben dorati e croccanti. Servire caldi su un piatto da portata con un limone tagliato a fette o disposto su foglie di lattuga.

Come sempre, buon appetito.

Simona Cultrera

La cucina è un’arte nel doppio senso di “arte del saper fare” che riguarda la conoscenza delle tecniche, e “arte concettuale”, quella pura del mezzo espressivo, attraverso cui chiunque può esprimere se stesso e il proprio territorio.