Bruschette alla bottarga o uova di pesce

By  |  0 Comments

Le Bruschette sono piatti facili e veloci che raccontano il meglio della tradizione culinaria, oggi portiamo in tavola il pescato di Sicilia!

Ah che ricordi, quando una volta sui banchi del mercato si trovava il “pescato”, e non soltanto pesce allevato (cioè quello che viene ordinato su cassettine in polistirolo ed esposto tutto uguale come se si trattasse di una confezione di lattine).

Sì, quando si aveva il privilegio di trovare il “pescato”, la “paranza” o la “minuzzàgghia”, la massaia sapeva anche che con l’arrivo della primavera, da febbraio fino a maggio, tra le viscere del pesce da pulire avrebbe trovato qualcosa di molto prezioso: le sue uova.

Bruschette alla bottarga_simona cult

In Sicilia le uova del Tonno e di altri pesci di grossa taglia sono usate per produrre la pregiata bottarga; eppure quasi tutte le uova dei pesci del mediterraneo sono commestibili, ma anche nutrienti e buonissime.

Ecco una ricetta sfiziosa e semplice per provare questa prelibatezza, evitando anche inutili sprechi.

Ingredienti Bruschette alla bottarga:

Uova di pesce (di cefalo, ricciola, sarago, orata o altro)
Piccole fettine di pane (una per ogni sacchetto di uova)
1-2 Limoni
Olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe nero
Prezzemolo (per la presentazione)

Preparazione bruschette:

Eviscerare i pesci, ricavare i sacchetti delle uova, che si presentano in coppia, e tenerle da parte su un piattino.
Preparare i crostini di pane tostando le fette in forno fino a doratura. Mettere sul fuoco un pentolino con dell’acqua salata e spremervi mezzo limone. Preparare i crostini di pane sul tagliere o il piatto da portata.

Quando l’acqua inizia a pipitiàre, ovvero poco prima che inizi a bollire, immergervi le uova per circa 2 minuti. Scolarle e distribuirle direttamente sui crostini. Irrorare con succo di limone e abbondante olio d’oliva in modo che anche il pane ne assorba un po’. Pepare a piacere, correggere di sale, decorare col prezzemolo tritato e servire caldo.

Come avete notato è una ricetta semplice semplice, ma allo stesso tempo davvero prelibata!
Non resta quindi che augurarvi come al solito… Buon appetito :)

Simona Cultrera

La cucina è un’arte nel doppio senso di “arte del saper fare” che riguarda la conoscenza delle tecniche, e “arte concettuale”, quella pura del mezzo espressivo, attraverso cui chiunque può esprimere se stesso e il proprio territorio.